Posts Tagged ‘iphone’

Unity 3D per iOS e Android gratis

Wednesday, March 7th, 2012

Unity3D è un ottimo strumento di sviluppo e motore per sviluppare applicazioni (leggi giochi) 3D in maniera “abbastanza” semplice, anche senza utilizzare il linguaggio di scripting  (MonoDevelop) si riesce a fare qualcosa di carino.

La versione Mac/PC era già gratuita da tempo, mentre il plugin per rilasciare l’applicazione per IOS era a pagamento.

Fino al 8 aprile la versione base di Unity 3.5 inclusi i pacchetti per sviluppare applicazioni per IOS e Android sono gratuiti, rimane a pagamento il plugin per lo sviluppo in team e anche la versione Pro.

Il download è di circa 980Mb mentre l’installazione richiede 2,76 Gb.


[iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=1430234229″ width=”121px” height=”240px;” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″] [iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=1849690545″ width=”121px” height=”240px;” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″]
 

Rilasciato PhoneGap 0.9.6

Sunday, July 3rd, 2011

E’ stato rilasciato PhoneGap 0.9.6. Tanti fix (in particolare uno utile per il mio Aismo Info).

Un warning: leggete bene i metodi che saranno deprecati nella versione 1.0 !!!

Al seguente indirizzo potete trovare l’elenco dei fix rilasciati per ogni sistema.
https://github.com/phonegap/phonegap/blob/master/changes.txt

AISMo Info è ora Universal

Thursday, May 19th, 2011

E’ stata pubblicata la versione 1.3.1 dell’applicazione dell’Associazione Italiana Sindrome di Moebius; ora è una applicazione universal.

 

Smiles for Moebius disponibile per il download

Wednesday, April 20th, 2011

Smiles for Moebius è appena stata approvata ed è disponibile su AppStore a questo indirizzo.
E’ un gioco gratuito, molto semplice in cui bisogna far sorridere le faccine che cadono dall’alto.



 

Phonegap: richiamare l’app mappe dell’iPhone

Wednesday, March 23rd, 2011

Nello sviluppo di una nuova versione dell’applicazione A.I.S.Mo Info, ho voluto inserire una nuova feature per facilitare la ricerca e la localizzazione delle strutture di riferimento (Ospedali e centri medici) che si occupano di diversi aspetti riguardanti la malattia.

Cercando sul wiki di phonegap, si trovano alcuni interventi che spiegano come aprire l’applicazione map con link del tipo “openmap:”  metodi che non sono mai riuscito a far funzionare sul mio dispositivo e soprattutto non funzionano neanche sul simulatore.

Il metodo che ho trovato e implementato, consiste nel modificare il metodo webView nel delegate della applicazione creata, in modo da intercettare il link al sito maps.goggle.com.

[sourcecode language=”objc”]
– (BOOL)webView:(UIWebView *)theWebView shouldStartLoadWithRequest:(NSURLRequest *)request navigationType:(UIWebViewNavigationType) navigationType {
if ([[[request URL] absoluteString] rangeOfString:@"http://maps.google.com].location != NSNotFound) {
// Open in native Maps App
[[UIApplication sharedApplication] openURL:[request URL]];
return NO;
}
else
return [ super webView:theWebView shouldStartLoadWithRequest:request navigationType:navigationType ];
}
[/sourcecode]

Questo metodo ovviamente funziona solo per iPhone, per android è necessario implementare un qualche altro tipo di meccanismo.
Una nota sul Build service di phonegap: adesso è possibile compilare l’applicazione anche per iOS previo caricamento di un certificato da sviluppatore e di un provisioning profile

[iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=1849515360″ width=”121px” height=”240px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″] [iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=111815665X” width=”121px” height=”240px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″]

iTelevoto disponibile su appStore

Wednesday, March 16th, 2011

Vi è mai capitato di televotare via SMS la vostra canzone preferita alla radio o i vostri beniamini di una trasmissione televisiva ? Ogni volta bisogna ricordarsi il numero di telefono, scrivere magari un breve messaggio e poi magari anche firmare…. quanto tempo perso!!!!  Scarica iTelevoto

Con questa applicazione è possibile memorizzare le configurazioni per diverse trasmissioni una volta sola e inviare molto velocemente gli SMS*.

La versione a pagamento invece non ha limiti di configurazione e sulla firma e costa 0,79.

PS Volutamente non faccio riferimento ad alcuna trasmissione radiofonica o televisiva :-)


Nella pagina dedicata alle mie app per iPhone potete trovare le FAQ

iTelevoto lite disponibile su AppStore

Saturday, March 5th, 2011

iTelevoto lite è disponibile da oggi su AppStore italiano.

Fra poco potrai televotare la tua trasmissione televisiva o radiofonica preferita con pochi click e risparmiando tempo. La configurazione è libera: puoi usare iTelevoto lite per qualsiasi trasmissione per votare i tuoi beniamini, la tua canzone preferita o rispondere velocemente ad un telequiz.

Ecco alcuni esempi di configurazione.

I proventi della pubblicità presente sull’applicazione saranno devoluti all’Associazione Italiana Sindrome di Moebius

Phonegap Build Service

Friday, December 10th, 2010

Ho già parlato di phonegap in un precedente post ed essendo un framework, necessita un ambiente di sviluppo per poter creare i pacchetti da rilasciare: grazie a questo servizio “cloud” non sarà piu’ necessario avere hardware e software per rilasciare una applicazione sui vari dispositivi mobili.

Avendo già rilasciato una applicazione basata su phonegap (A.I.S.Mo. Info) per iPhone,  ho riutilizzato quanto in precedenza sviluppato; lo zip contenente tutte le pagine html, i css e il javascript è stato caricato sul sito build.phonegap.com. (del codice originale ho eliminato solo alcuni riferimenti ad admob)

 

Finito l’upload parte automaticamente la compilazione per le 4 piattarforme attualmente supportate (Blackberry,WebOS,android,Symbian)

Dopo qualche minuto il risultato

 

Selezionando il titolo dell’applicazione, è possibile visualizzare e scaricare le applicazioni tramite i QR code

 

Le applicazioni create sono state poi testate su un Nokia e51 (schermo troppo piccolo!!!) e su un Ideos con android 2.2 (ottimo!!)

Mancanze della beta:

  • iOS non ancora supportato
  • non vengono gestiti i certificati per un rilascio definitivo (è una beta e non è fatta per un rilascio effettivo) è necessario quindi abilitare l’esecuzione di applicaizoni non firmate.
  • vari bug in giro (es icone non visualizzate)

C’è da lavorare  ma promette bene.

Phonegap tutorial – installazione

Thursday, September 30th, 2010

La mia prima applicazione rilasciata su appStore utilizza phoneGap.

PhoneGap è un framework crossplatform opensource che permette di costruire applicazioni per dispositivi portatili (nel nostro caso iPhone) usando HTML e javascript. Esiste anche per android, blackberry, symbian e palm.

XCode è comunque necessario per creare e pacchettizzare l’applicazione definitiva per l’appStore. E’ inoltre necessario un Mac Intel con Leopard o Snow Leopard.

Passiamo ora all’installazione di PhoneGap.

Il primo passo è di scaricare e compilare il codice per creare il template XCode di PhoneGap, successivamente vedremo come creare e personalizzare una applicazione.

Per poter scaricare il codice sorgente, è necessario che GIT sia installato sul nostro sistema (git è un sistema di versioning alla stregua di svn o cvs, ndr in maniera semplicistica) a questo link potete scaricare l’installare

Aprite un terminale, posizionatevi nella vostra cartella di lavoro preferita e digitate queste linee di codice:

git clone git://github.com/phonegap/phonegap-iphone.git

Una volta scaricati i sorgenti, entrare nella directory creata e digitare questi altri comandi:

git submodule init
git submodule update
make

Verificare che XCode si chiuso e poi eseguire da Finder il PhoneGapInstaller.pkg.

Finita l’installazione aprire XCode e creare un nuovo progetto selezionando PhoneGap dall’elenco degli User Templates.

Prima di procedere con lo sviluppo, se avete un xCode con sdk iOs4.x dovrete con ogni probabilità selezionare il BASE SDK, facendo doppio click sul nome progetto ed  entrando nella sezione build->architetture

Selezionate iPhoneSimulator  e adesso potete lanciare la vostra applicazione.

A questo punto potrete creare le vostre pagine html/css/js  all’interno della cartella www del vostro progetto.

Nota:

Nell’area TOOLS del sito phoneGap, esiste un simulatore che permette di testare in locale (e anche su macchine windows)   l’applicazione scritta con questo framework. Inoltre il simulatore permette di provare anche l’accellerometro e il GPS.


 

Sostituire la batteria di un iPhone 2g

Sunday, July 4th, 2010

IFixit classifica come molto difficile la sostituzione della batteria (qui potete trovare la loro guida) in quanto è necessario saldare la batteria direttamente sulla logic board (con il rischio di far staccare la pista dalla base).

Chi mi conosce sa che non sono molto esperto nell’arte della saldatura, quindi ho pensato a questa soluzione: tagliare i fili della batteria già esistente e saldarli a quelli della batteria (opportunamente accorciati).  In questo modo il livello di difficoltà di esecuzione scende notevolemente.

Ne ho approffittato per sostituire anche la parte posteriore (cover e copriantenna) e mettere a posto lo switch di silenziamento)

Cosa ho usato: un saldatore e stagno, una forbicina, i tool per aprire l’iphone, un cacciavite philips-00, nastro isolante, una pinzetta (foto 1)

Per l’apertura del telefono seguite la guida iFixit (foto 2) facendo attenzione nella fase finale alla piattina. (foto 3). Diversamente dalla guida iFixit, io non ho rimosso i cavi dell’antenna e del wifi.

 Una volta aperto, potete iniziare a rimuovere la batteria. (foto 4)

ATTENZIONE AL CAVO ROSSO. NON DEVE MAI VENIRE IN CONTATTO CON IL TELEFONO.

Per tagliare seguita questa sequenza:  nero, bianco e poi rosso. Spelate i fili per 2 o 3 mm e stagnateli. (foto 6)

Tagliate i fili della batteria nuova togliendo un pezzo lungo quanto il pezzo che avete lasciato attaccato al telefono, in questo modo si eviterà di dover piegare il filo in eccesso. Spelate i fili e stagnate i terminali.

Iniziate a saldare il filo rosso, quando si è raffreddato, usate un piccolo pezzo di nastro isolante e con l’aiuto delle pinzette isolate la parte saldata. Procedete poi con il filo bianco e poi con quello nero (foto 7).

Riposizionate la batteria (foto 8) e richiudete il telefono.


[iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=B0072DZ8OG” width=”121px” height=”241px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″] [iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=B004LBDZ9C” width=”121px” height=”241px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″]  [iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=B001VSRLY8″ width=”121px” height=”241px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″]