Archive for October, 2012

Phonegap Cordova: richiamare l’app mappe nativa in IOS6

Sunday, October 21st, 2012

In un precendente post spiegavo un work-around per richiamare l’app Mappe di google nativa su iOS da una applicazione sviluppata con phonegap: lanciando opportunamente un URL che puntasse al server maps.google.com, si apriva l’app mappe integrata. Il lancio “dell’opportuno URL” consiste in una semplice riga di codice:

[[UIApplication sharedApplication] openURL:url];

Nell’ultima versione del sistema degli iDevice l’applicazione l’app di google è stata sostituita e il comportamento degli URL è cambiato di conseguenza. In IOS6 un url a maps.google.com aprirà il sito di google in Safari. Sarà quindi necessario intercettare tutte le chiamate di apertura URL della webView e sostituire l’url corretto per la versione di  IOS. Gli URL alle mappe nella mia applicazione puntano a maps.apple.com. Il metodo è shouldStartLoadWithRequest che si trova in MainViewController.m (la posizione è cambiata rispetto a phonegap  1.0)

[sourcecode language=”objc”]
– (BOOL)webView:(UIWebView *)theWebView shouldStartLoadWithRequest:(NSURLRequest *)request navigationType:(UIWebViewNavigationType) navigationType {
NSLog(@"link:%@",[[request URL] absoluteString]);
if ([[[request URL] absoluteString] rangeOfString:@"http://maps.apple.com"].location != NSNotFound) {
// Open in native Maps App
if ([[UIDevice currentDevice].systemVersion floatValue] NSLog(@"MAPPE GOOGLE");
NSURL *url=[NSURL URLWithString:[[[request URL] absoluteString] stringByReplacingOccurrencesOfString:@"http://maps.apple.com" withString:@"http://maps.google.com" ]];
[[UIApplication sharedApplication] openURL:url];
} else {
NSLog(@"MAPPE APPLE");
[[UIApplication sharedApplication] openURL:[request URL]];
}
return NO;
}
else
return [ super webView:theWebView shouldStartLoadWithRequest:request navigationType:navigationType ];
}
[/sourcecode]

[iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=1449319548″ width=”121px” height=”240px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″][/iframe] [iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=B008EK6HVY” width=”121px” height=”240px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″][/iframe] [iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=1430239034″ width=”121px” height=”240px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″][/iframe]

MacHeist 4 !!!

Wednesday, October 17th, 2012

Dopo anni di attesa, è iniziato il nuovo heist!

Dopo 4 missioni e relative nano-missioni che hanno creato un bel bottino di applicazioni per Mac, nella notte è stato presentato il bundle completo.

Con 29 USD (se avete completato tutte le missioni e anche il gioco The Heist, sono solo 25,1 USD) portate a casa queste applicazioni:

  • Scrivener: tool per scrittori
  • PDF Signer
  • Courier
  • ArtBoard
  • Radium
  • DiskTool Pro
  • HDRtist
  • Evernote: sottoscrizione 1 anno e 3 mesi
  • MacGourmet
Tra i giochi scaricabili da Steam:
  • Bejeweled 3
  • Jurassic Park
  • Sam e Max
  • Strong Bad
Raggiunti una certa quantità di bundle venduti si attiveranno FireTask, BioShock 2 e Painter Lite.
Importante: il 25 % del valore del bundle verrà donato in beneficienza ad una serie di organizzazioni

Tenendo conto delle altre 19 applicazioni “vinte” terminando le missioni…. direi che è un buon bottino.

Raspberry Pi primi test

Thursday, October 11th, 2012

Finalmente dopo una lunga attesa è arrivato a casa il mio Raspberry Pi. Il mini pc è arrivato in una busta marchiata RS con il suo alimentatore, all’interno di una scatolina che a mio avviso potrebbe diventare un ottimo case con poche modifiche.

Ho scaricato e installato la distribuzione raspbian dal sito su una SDHC da 16 GB Trascend seguendo le istruzione trovate su eLinux.org.

Al primo boot si accede ad un menu testuale che permettere di settare la localizzazione, la modalità di boot all’avvio ed eseguire un update (consigliato). L’operazione di espansione della partizione è necessaria se si vuole utilizzare tutto lo spazio a disposizione del disco SD, ma è alquanto lenta, quindi abbiate pazienza…. (i piu’ esperti possono invece installare e usare parted).

Usciti dal menu di configurazione (richiamabile da command line con il comando raspi-config) ci si ritrova al prompt, se si vuole lanciare l’ambiente X basta digitare startx.

Per lavorare seduto comodamente in poltrona ho preso una tastiera wireless della Logitech K400, al primo boot non è stata riconosciuta e ho dovuto usare una normale tastiera USB. Nei riavvii successivi, invece, la tastiera è stata riconosciuta con successo.

WIP: Adesso sto installando una LAMP e calibre.


[iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=B00B0MXKWW” width=”121px” height=”241px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″] [iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=B00B0TUEW4″ width=”121px” height=”241px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″] [iframe src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=ac20blo-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=B005S5NN92″ width=”121px” height=”241px” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″]